Lo stemma
 
Il nome e l'origine
 
Il territorio
 
 
Il patrimonio architettonico
 
La società civile
 
Le parrocchie
 
Calendario manifestazioni
 
Home

FESTEGGIAMENTI
SAN BARTOLOMEO

NOTIZIE STORICHE

  San Bartolomeo è uno dei dodici apostoli. Il suo nome compare nelle tre liste date dai sinottici: invece S.Giovanni ci dà allo stesso luogo il nome di Natanaele, e ci narra la conversione di questo apostolo, uomo di Cana, carattere schietto e meditativo, condotto a Gesù dal suo amico Filippo. Gesù lo definì un vero Israelita, in cui non si trova inganno. I critici identificano comunemente i due nomi in una sola persona, per modo che Bartolomeo sia un patronimico (figlio di Talmai), il secondo invece (Natanaele, in ebraico dono di Dio) il nome proprio. Dopo la menzione della sua vocazione, questo apostolo si eclissa nel Vangelo durante tutta la vita di Gesù; anche dopo la Pentecoste si hanno solo vaghe tradizioni intorno al suo apostolato.

  Egli avrebbe predicato nell’India, lasciandovi il Vangelo di San Matteo in lettere ebraiche; venuto poi nell’Armenia maggiore vi avrebbe incontrato il martirio ad Albanopodi, dove, per aver convertito il re, fu scorticato vivo e crocifisso, d’ordine del fratello di quest’ultimo. Il suo corpo dopo varie traslazioni sarebbe venuto a riposare in Roma, nel santuario a lui consacrato nell’isola Tiberina.

  A Sinnai arriva con gli eserciti occupanti di Bisanzio e con la predicazione del clero a seguito dei militari e mediante il veicolo del commercio tra Oriente e Occidente.
  Sinnai che ama l’autenticità della fede, essendo Egli apostolo, ne diventa fedele e gli costruisce una chiesetta, i cui ruderi esistono ancora all’interno del recinto dell’invaso imbrifero di Santu Barzolu.

Negli anni novanta per volere del parroco di Sant'Isidoro, l’apporto economico della comunità sinnaese e il volontariato di molti fedeli è stata edificata in suo onore una nuova chiesa al di là del ruscello, su territorio donato dal sinnaese Raffaele Olla.

  Dal 1990 in poi, a settembre, vi si celebra la festa che dura dai tre ai cinque giorni; festa che ogni anno sta crescendo sempre di più nell’estimazione della gente del luogo e del comprensorio.


PROGRAMMA 2016

VENERDI 16 SETTEMBRE

Ore 17,30  S. ROSARIO E SANTA MESSA.
                  Al termine della S. Messa ci sarà la processione di accompagnamento
                  del Santo alla chiesa campestre. Giunti alla chiesa, ci sarà la
                  Benedizione con un breve Pensiero Spirituale.

DOMENICA 18 SETTEMBRE

Ore 7,30 - 9,30  SS. MESSE (in parrocchia).

(Nella chiesa campestre)
Ore 11,30  
SANTA MESSA.

Ore 18,00  
SANTA MESSA;
                 Seguirà la processione di rientro del Santo in Parrocchia e al termine un
                 breve Pensiero conclusivo con la Solenne Benedizione.






Torna all'inizio