Lo stemma
 
Il nome e l'origine
 
Il territorio
 
 
Il patrimonio architettonico
 
La società civile
 
 
Calendario manifestazioni
 
Home

LE PARROCCHIE

Il Comune comprende tre parrocchie: Santa Barbara, Sant'Isidoro e Madonna di Fiducia di Solanas.
    I parroci sono: don Giovanni Abis, don Ottavio Angioni e mons. Giovanni Sanna. Inoltre in Santa Barbara collabora il vice parroco don Michele Saddi.
    La Comunità Sinnaese si onora di aver dato i natali a parecchi sacerdoti, dei quali sono viventi: don Carlo Rotondo, cappellano dell'Istituto Mons. Virgilio Angioni in Flumini di Quartu S.Elena, don Giuseppe Orrù, parroco a Settimo S.Pietro, don Marcello Loi, parroco a Pula, padre Carlo Maria Frau, cappuccino e don Michele Saddi, parrocco a Villanovatulo.
    Il figlio che più la rende illustre è S. E. Mons. Antonino Orrù, nato il 23 aprile 1928 e ordinato sacerdote il 13 luglio 1952, Vescovo emerito di Ales - Terralba.

    Il 21 ottobre 2008 un profondo dolore ha colpito la Comunità di Sinnai e di Torino per l'improvvisa e tragica morte di padre Gianni Concas, avvenuta a seguito di una gravissima intossicazione per un principio di incendio avvenuto nella sua camera della missione vincenziana. Padre Gianni, che dava assistenza e preghiere ai più poveri ed ai barboni di Torino, è stato generoso sino alla fine: prima di morire, ha donato anche i suoi organi. I suoi reni, il fegato, il pancreas e le cornee hanno dato nuova vita a malati che erano in attesa di trapianto. Aveva solo 51 anni, essendo nato a Sinnai (CA) il 22 agosto 1957. Era entrato nella Congregazione della Missione il 26 settembre 1978 ed era diventato sacerdote il 9 aprile 1983. Fu destinato prima a Chieri, poi a Sassari, Como, Milano e infine, nel 1993, a Torino per il servizio dei poveri senza fissa dimora, presso il Centro Vincenziano di Via Nizza 24. Dopo i funerali a Torino, nella Chiesa della Visitazione, la salma è stata trasferita a Sinnai, nella stessa chiesa, quella di Santa Barbara, dove in Aprile aveva festeggiato i 25 anni di sacerdozio. La Chiesa era affollatissima. Sinnai ha voluto dare così il suo ultimo saluto a padre Gianni.

    Mercoledì 20 Agosto 2014, nella chiesa Santa Barbara di Sinnai, affollata all'inverosimile per l'occasione, si sono svolte le esequie di mons. Giovanni Cadeddu, canonico onorario della Cattedrale di Cagliari, che, la sera di lunedì 18, il Signore ha chiamato a sé.

    Sinnai ha dato i natali anche a parecchi religiosi dei quali sono attualmente in vita:
Fra Angelo Lecca dei Cappuccini; Suor Vitalia Pani, Suor Anselmina Ligas, Suor Anna Ligas, Suor Isabella Rubiu delle Ancelle della Sacra Famiglia; Suor Anna Francesca Matta e Suor Maria Barbara Matta delle Suore Orsoline; Suor Nolasca Spina, Suor Gemma Serreli della suore Mercedarie; Suor Fausta Orrù delle suore del Buon Pastore; Suor Giuliana Crobu delle Figlie della Carità; Suor Vittoria Carboni delle figlie di San Paolo; Osvalda Casula e Maria Assunta Cinus della Comunità di Villareggia; Suor Maria Elisabetta della SS.Trinità delle Carmelitane Scalze.


    PARROCCHIA DI SANTA BARBARA

    La chiesa madre è dedicata a Santa Barbara Vergine e Martire di Nicodemia, Patrona del paese e titolare della parrocchia. I patroni secondari sono Sant'Antioco e i Santi Cosma e Damiano.
    La chiesa fu consacrata il 3 dicembre 1931 dall'Arcivescovo di Cagliari Mons. Ernesto Maria Piovella che racchiuse nel sepolcreto della mensa dell'altare maggiore le reliquie dei Ss.Giustino e Celestino.

Chiesa di S.Barbara

    Non si conosce la data di erezione della parrocchia.
    Dalle "Rationes Decimarum" del Sella sappiamo che già dal 1331 Sinnai aveva il suo parroco chiamato Domenico de Turribus, ma le prime notizie sull'edificio sono del 1586 e si trovano negli Atti di visita dell'Arcivescovo di Cagliari Alonso Lasso Sedeno conservato nella Curia Arcivescovile di Cagliari.
    La chiesa è di stile gotico-aragonese con aggiunte e rifacimenti di stili posteriori.
(Vedi "Il patrimonio architettonico")
    Nel 1962 l'Amministrazione comunale ha rivestito di travertino bicolore tutta la facciata e parte del campanile e nel frontespizio è stata collocata una statua di Santa Barbara. L'opera abbellisce molto la Chiesa ed il sagrato.
    Si entra in chiesa attraverso un grande portone, con pannelli istoriati, fatto dal falegname Salvatore Pistoia nel novembre del 1959, che sostituiva il vecchio costruito nel 1757 e rinnovato nel 1870.
    La parrocchia conta circa 12.000 fedeli divisi in circa 2.200 famiglie. La realtà parrocchiale è composta da numerosi gruppi, associazioni e movimenti, che collaborano col parroco per la programmazione della pastorale. Inoltre per poter comunicare più facilmente con tutte le famiglie la parrocchia è divisa in 13 zone, con i relativi capi zona e capi via.

     Sabato 22 giugno 2002 la comunità di Sinnai si è riunita nella chiesa di Santa Barbara, insufficiente nell'occasione a contenere tutta la cittadinanza, per un evento molto importante, l'ordinazine sacerdotale di un suo figlio. Don Marcello Loi è stato consacrato sacerdote dall'arcivescovo di Cagliari mons. Ottorino Pietro Alberti.
    Domenica pomeriggio, don Marcello è stato accompagnato in processione, tra calorosi applausi mentre le campane suonavano a festa, alla chiesa di Santa Barbara per la sua prima Messa.
    Sia sabato che domenica la piazza antistante la chiesa di Santa Barbara è diventata un riferimento di festa conviviale per tutti i presenti che hanno vissuto momenti di autentica comunione ecclesiale.


PARROCCHIA DI SANT'ISIDORO

     Istituita con Bolla dell'Arcivescovo Mons. Paolo Botto il 25 marzo 1968, decreto del Presidente della Repubblica Giuseppe Saragat del 4.6.1971, costituita in Ente Ecclesiastico civilmente riconosciuta in data 15.9.1968, ha una superficie di 0,472 Kmq e consta di circa 1.050 famiglie per complessivi 3.900 parrocchiani circa.
    Ristrutturata l'antica cappella di S. Isidoro, risalente alla metà del 1700, nell'ottobre del 1962 Mons. Paolo Botto, Arcivescovo di Cagliari inviò a Sinnai il sac. Don Guido Palmas con la missione di officiare la Chiesa di S.Isidoro e preparare il progetto per ricostruirla più spaziosa da poter servire come Chiesa parrocchiale il vasto e popoloso rione. Nel marzo 1968 veniva assegnato il primo parroco: don Erasmo Pintus, che ha retto la parrocchia fino a ottobre 2009, quando, a 75 anni, dopo 40 anni di vita sacerdotale, per motivi di salute, ha rinunciato al suo incarico. A don Pintus successe don Walter Onano.
    La chiesa è stata ricostruita affianco della preesistente. Iniziata il 25 luglio 1978, con progetto dell'ing. Francesco Serra, è stata consacrata il 9 maggio 1980 da Mons. Piergiuliano Tiddia.

    La parrocchia possiede una casa d'abitazione che attualmente funge da casa parrocchiale. L'ambiente per le attività pastorali-catechistiche è costituito da tre stanze (sotto la chiesa parrocchiale), dalla vecchia chiesa, dalla vecchia sacrestia e dal vecchio ufficio parrocchiale.

Chiesa di S.Isidoro
 

    Ha una scuola materna convenzionata con il Comune e la Regione. Per poter facilitare l'attività pastorale la parrocchia si articola in nove C.E.B. (comunità ecclesiale di base): Immacolata, S.Giovanni Bosco, S.Giuseppe, Gesù Bambino, S.Rita, Gesù Sacramentato, P.Pio, Sacro Cuore, S.Vincenzo de'Paoli, che con il Consiglio Pastorale Parrocchiale, composto da tre Commissioni: Comm. Missionaria, Comm. Liturgica, Comm. per i problemi sociali, collaborano con il parroco per la promozione e conduzione del piano pastorale parrocchiale.

    Sabato 9 dicembre 2000 la parrocchia di S.Isidoro ha vissuto uno dei momenti più belli dalla sua istituzione. Don Giuseppe Orrù è stato ordinato presbitero della Chiesa di Cagliari dall'arcivescovo mons.Ottorino Pietro Alberti.
    Domenica 10 dicembre 2000 don Giuseppe ha presieduto la sua prima Santa Messa.
    Le due comunità parrocchiali di Santa Barbara e Sant'Isidoro si sono unite festanti in quest'ultima chiesa per questo evento importante per la diocesi e per Sinnai.

    In data 31.10.2014, l'Arcivescovo di Cagliari, Mons. Arrigo Miglio, ha nominato Parroco don Ottavio Angioni.

 

PARROCCHIA DELLA MADONNA DELLA FIDUCIA

    A Solanas fin dal 1947 il servizio religioso veniva celebrato nella cappella di S. Giuseppe, officiata dal Parroco di Villasimius.
    Dal 1958, anno dell'apertura di una colonia dei Salesiani, la S.Messa veniva celebrata nella Cappella della colonia stessa.
    Nel 1986 veniva costruita una nuova chiesa, fatta a ventaglio, dedicata alla Madonna della Fiducia e benedetta da Mons. Canestri.



    Nello stesso anno fu inviato il primo parroco don Gianni Paderi. In inverno il servizio è ridotto e la parrocchia conta circa 200 fedeli, mentre in estate per il gran numero di turisti che si riversano in quella località, è molto attivo.
    A don Gianni successero:
    don Marcello Loi (dall'1.11.2002 al 24.08.2007),
    don Marcello Lanero (dal 1°.09.2007 al 12.09.2008),
    don Alessio Secci (dal 13.09.2008 al 20.06.2010),
    don Claudio Vanetti (dal 20.06.2010 al 28.02.2014),
    don Samuele Aru (dal 1.03.2014 al 26.11.2014),
    In data 27.11.2014, l'Arcivescovo di Cagliari, Mons. Arrigo Miglio, ha nominato Amministratore Parrocchiale mons.Giovanni Sanna.

Torna all'inizio